17dicembre

Consigli di lettura/13

A Natale è meglio regalare qualcosa che rimane per sempre, come un libro da scegliere tra i consigli dell’agenzia letteraria Studio Garamond. La Parigi pubblica e privata di una delle figure più importanti della cultura contemporanea, un giallo di stampo classico, il testamento spirituale di un grande leader, il primo romanzo di uno dei più grandi scrittori di lingua tedesca e la storia di due donne particolari. In più due sorprese dedicate ai piccoli lettori!

 Edgar Morin

 La mia Parigi, i miei ricordi – Traduzione di Susanna Lazzari

 Raffaello Cortina Editore 2013, pp. 241, 16 euro

Nell’autobiografia dedicata alla sua città, il filosofo e sociologo francese di origine sefardita, attraverso una promenade lunga quasi un secolo, racconta la sua lunga vita iniziata l’8 luglio 1921 in rue Mayran, ai piedi di Montmartre. La Ville Lumière è l’assoluta protagonista di un viaggio affascinante e operoso scandito da dieci traslochi e quattro mogli, dove a ogni trasloco corrisponde una tappa diversa della vita amorosa e intellettuale dell’inventore del “pensiero complesso”. Un tour nel cuore dell’amata città di Parigi dei caffè e dei bistrot frequentati dagli intellettuali. Racconto sfavillante d’intelligenza e d’ironia del più anticonformista dei giovani novantenni, che ha vissuto da protagonista le vicende culturali e politiche dell’Europa degli ultimi sessant’anni.

 ***

R. T. Raichev

 Omicidio a Villa Byzantine

 Elliot 2013, pp. 240, 16 euro – Traduzione di Alessandro Vezzoli

Durante il cocktail party per il compleanno dell’attrice Melisande Chevret, Antonia Darcy e il maggiore Hugh Payne fanno la conoscenza di Stella Markoff, eccentrica signora bulgara dal passato oscuro, e di sua figlia Moon, adolescente dark. Poche settimane dopo il cadavere di Stella Markoff viene ritrovato a Villa Byzantine, l’opulenta dimora in stile orientaleggiante di proprietà dello storico Tancred Vane. L’arma del delitto è una spada da samurai, uno dei numerosi oggetti stravaganti di cui il padrone di casa ama circondarsi. I sospetti ricadono immediatamente sulla figlia Moon, che reagisce alla notizia della morte della madre ostentando indifferenza. Torna a indagare la coppia Antonia Darcy – Hugh Payne nata dalla penna fantasiosa dello scrittore bulgaro, che risiede a Londra,autore della fortunata serie di Antonia Darcy.

***

Nelson Mandela

Un ideale per cui sono pronto a morire

Garzanti 2013, pp. 96, 10 euro

Nell’ottobre del 1963 Nelson Mandela fu accusato di alto tradimento e terrorismo dalla corte di giustizia sudafricana, per la sua unica colpa di essersi battuto contro il disumano e terribile regime dell’apartheid che schiavizzava la popolazione di colore del paese. Nel corso del durissimo processo di Rivonia, Mandela sfidò i suoi accusatori e la pena di morte con lo straordinario discorso che fornisce il titolo a questo libro, dichiarandosi pronto a morire pur di continuare la sua battaglia per la pace e l’uguaglianza. L’anno successivo viene condannato all’ergastolo ma la sua lotta non s’interrompe: dopo ventisei anni di carcere durissimo, nel giorno della sua liberazione, davanti a una folla festante, Mandela ripeterà le stesse identiche frasi pronunciate nell’aula di tribunale. Sarà l’inizio di un nuovo viaggio che lo porterà a divenire il primo presidente democraticamente eletto della Repubblica Sudafricana. Il volume consente di rivivere la storia di quei momenti attraverso le parole alte e coraggiose dell’uomo simbolo mondiale della lotta al razzismo.

***

Max Frisch

Il silenzio. Un racconto dalla montagna. Introduzione di Peter Von Matt

Del Vecchio 2013, pp. 120, 13 euro – Traduzione di Paola Del Zoppo

Balz Leuthold non ha mai voluto essere una persona ordinaria. Poco prima del suo trentesimo compleanno, però, si rende conto di non potersi neanche considerare davvero una persona straordinaria. Nella vita finora non ha compiuto azioni degne di particolare nota, nessuna invenzione, nessuna creazione artistica o letteraria che lo elevi a persona speciale. Allora ha preso una decisione: scalerà quella montagna che da giovane guardava ergersi sulle sue passeggiate, che faceva ombra ai discorsi con suo fratello “adulto”. Compirà un atto eroico, e con questa azione “virile” darà un senso compiuto alla sua esistenza. È deciso: azione o morte. Max Frisch (Zurigo 1911 – Zurigo 1991), in questo romanzo, (inedito in Italia) il primo dello scrittore/architetto svizzero-tedesco pone a se stesso e ai lettori due domande: cosa fa di una vita una vita veramente compiuta? Ha a che fare questo, con la felicità? L’esistenza è una continua vetta da scalare, e l’autore lo sapeva bene perché Frisch fu da giovane un esperto scalatore, e la montagna rimase tra le sue passioni come luogo reale e simbolico, insieme alla letteratura, la psicologia e la geometria.

***

Susan Sellers

Vanessa e Virginia

Beat 2013, pp. 189, 12,90 euro – Traduzione di Federica Aceto

Questa è la storia di due donne: la celebre scrittrice Virginia Woolf, autrice di capolavori come Gita al faro e La signora Dalloway, e sua sorella Vanessa Bell, pittrice. Cresciute nel perbenismo vittoriano di una famiglia borghese di Londra, le due sorelle lottarono fin dalla gioventù per liberarsene, seguendo ciascuna la propria vocazione artistica. All’inizio del Novecento, intorno a loro si raccolsero intellettuali e artisti del famoso Circolo di Bloomsbury che avrebbe influenzato radicalmente la cultura inglese ed europea. L’autrice inglese, che studia e cura da anni l’opera della Woolf, ha saputo creare un ritratto accuratissimo della grande scrittrice e del suo ambiente ma al tempo stesso la storia commovente e universale di due donne separate e unite dalla forza straordinaria della loro personalità.

***

Vamba

Il giornalino di Gian Burrasca

Giunti 2013, pp. 288, 6,90 euro

«Ecco fatto. Ho voluto ricopiare qui in questo mio giornalino il foglietto del calendario di oggi (20 settembre 1905), che segna l’entrata delle truppe italiane in Roma e che è anche il giorno che son nato io… ». Il Giornalino di Gian Burrasca ovvero il diario di Giannino Stoppani, bambino discolo toscano nell’Italia dei primi anni del Novecento, venne pubblicato da Luigi Bertelli con il soprannome di Vamba nel Giornale della Domenica in cinquantacinque puntate, tra il 7 febbraio e il 17 maggio del 1908. Nel 1912 il volume che ha fatto compagnia a intere generazioni di giovani lettori venne edito dalla Roberto Bemporad & Figlio per essere ristampato moltissime volte. L’amore per la verità è la causa dei molti guai di Gian Burrasca il quale, spedito presso il collegio Pierpaolo Pierpaoli, diviene l’anima di una ribellione contro la falsa e tirannica disciplina che è imposta da una ridicola ma prepotente coppia di proprietari-direttori. Il diario diviene così la protesta e la rivolta di un ragazzo contro il mondo conformista e soffocante degli adulti.

Infine… Un fantastico presepe di Lion Udson (Edizioni Paoline 19,90 euro) adatto per bambini da 3 a 5 anni, un libro interattivo che si trasforma in un presepe tridimensionale. È corredato di un libricino colorato di una decina di pagine che descrive la nascita di Gesù. Raccolte in un pannello centrale vengono fornite varie figurine (pastori, personaggi del presepe, animali…) che contribuiscono ad arricchire la scena e a completare il racconto.

Articolo a cura di Alessandra Stoppini

Comments (0)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>