02dicembre

Consigli di lettura/25

In vista del Natale, Studio Garamond vi propone una serie di proposte per tutti i gusti: un esordio divertente e commovente che apre a molteplici riflessioni; la storia della figlia di Byron; le brevi e intense riflessioni di un grande Maestro; la riscoperta di un capolavoro della letteratura americana e la biografia di un genio della letteratura mondiale. Ma il Natale è soprattutto la festa dedicata ai bambini… ed ecco per loro alcune favole da leggere e… da ascoltare!

———-

Virginia Macgregor

Quello che gli altri non vedono

Giunti Editore 2014, pp. 400, 12,00 euro

Milo ha nove anni e una missione molto speciale: prendersi cura di nonna Lou, che, con Amleto il porcellino di casa, è la sua inseparabile alleata, amica e confidente. Ogni tanto la nonna annuncia che partirà per la Grecia con il nonno, peccato che sia morto molti anni fa e meglio non dirlo alla mamma che ha poca pazienza, l’importante è assicurarsi che prenda le pillole che le sbrogliano i pensieri. Del resto è stata proprio lei a insegnargli che il mondo si può “vedere” anche attraverso particolari che sfuggono alle persone comuni: i rumori, il tono della voce o gli odori. Sì, perché Milo è affetto da una malattia che lo renderà progressivamente cieco, la retinite pigmentosa. E quando un giorno la nonna appicca il fuoco alla cucina, Milo è il primo a difenderla, ma la decisione della mamma è irrevocabile: deve andare in casa di riposo. Un posto apparentemente perfetto, con un bel giardino, pavimenti lucidi come specchi e un’infermiera dal sorriso stampato. Ma qualcosa non va…

L’autrice cresciuta tra Germania, Francia e Inghilterra coltiva da sempre la passione per la scrittura, ha studiato a Oxford e ha lavorato come insegnante e direttrice di un collegio. Questo che proponiamo è il suo romanzo d’esordio in corso di traduzione in 10 Paesi.

———-

Iris Origo

Allegra. La figlia di Byron

Skira Editore 2014, pp. 125, 13,00 euro. Traduzione di Masolino D’Amico

In questo breve, intenso romanzo (pubblicato per la prima volta nel 1935 dalla Hogarth Press di Leonard e Virginia Woolf), l’autrice rievoca con passione un’esistenza straordinaria e commovente.

La storia di Allegra, figlia illegittima di Lord George Byron (1788-1824). Figlia naturale di Lord Byron e Claire Clairmont, giovanissima sorellastra della scrittrice Mary Shelley, Allegra viene riconosciuta dal poeta inglese e strappata alla madre. Dopo un periodo trascorso a casa Shelley, raggiunge il padre prima a Venezia, poi a Ravenna, dove Byron era ospite della contessa Guiccioli, sua nuova fiamma. Nell’Italia del primo Ottocento, Byron – idolatrato dalle donne, celebre per i suoi atteggiamenti da dandy demoniaco – trascina con sé nelle sue avventure, tra Carbonari e nobildonne, questa bambina di pochi anni, straordinariamente intelligente e graziosa che morirà tragicamente nel 1822, a soli cinque anni. Iris Origo (1902-1988) biografa e storica di padre americano e di madre anglo-irlandese, nel 1924 sposò il marchese Antonio Origo e si stabilì in Val d’Orcia, dove si dedicò alla tenuta agricola e alla letteratura.

———-

Davide Maria Turoldo

Diario dell’anima

Edizioni San Paolo 2014, pp. 110, 10,00 euro

«Sperare è più difficile che credere» era solito ripetere Padre David Maria Turoldo (1916-1992) a chi faticava sulla strada della ricerca religiosa. Poteva permettersi di dirlo, perché lui sempre inquieto e insoddisfatto, «sempre a sognare i grandi sogni di umanità e giustizia», in realtà aveva una fede incrollabile: in Cristo e nell’uomo. È quanto emerge dalle brevi ma intense riflessioni di Turoldo raccolte in questo volume, che offrono la capacità di attualizzare Dio, dare mordente al messaggio biblico, mettere in guardia contro ogni genere di rozza e subdola idolatria. Per Padre David il Crocefisso non rappresenta solo il mistero di una salvezza eterna, non è soltanto l’immagine di un Dio rifiutato: è, prima di tutto, l’idea di un uomo che il mondo non riesce ad accettare e che perciò emargina e uccide; e l’uomo non è soltanto chi per orgoglio, per il costante desiderio di sopraffare, si perde «nel grumo nero della storia» è, prima di tutto, fattore di evoluzione, poiché a lui, alla sua intelligenza, il mondo è affidato.

———-

Henry James

Gli Ambasciatori

Edizioni Elliot 2014, pp. 628, 22,00 euro

Gli ambasciatori sono le persone fidate che la signora Newsome, ricca possidente di Woollet – cittadina industriale della Nuova Inghilterra – spedisce l’una dopo l’altra a Parigi, perché riportino a casa Chad, il figlio andato via e sospettato di sprecare il suo tempo in bagordi. Il primo e più importante di questi ambasciatori sarà Lambert Strether, uomo di bella presenza sui 55 anni, intelligente e interessato alla mano della signora Newsome. Giunto a Parigi, scopre il vero motivo che trattiene Chad dal tornare: una relazione con la signora de Vionnet. A quel punto, però, invece di impegnarsi, com’era previsto, nel persuadere il giovane a ritornare, Strether si lascia sedurre dal fascino della vecchia Europa e della scoppiettante capitale francese, dimenticando del tutto il motivo del suo viaggio e vedendo ben presto messo in crisi non solo il suo ruolo di ambasciatore, ma il senso stesso del suo intero percorso esistenziale. Il romanzo, scritto tra il 1900 e il 1901 e pubblicato nel 1903, ampiamente autobiografico e considerato dallo stesso James come il suo capolavoro, viene presentato in una nuova traduzione rivista e corretta.

———-

Romain Rolland

Lev Tolstoj

Castelvecchi Editore 2014, pp. 157, 16,50 euro

L’autore, scrittore e drammaturgo francese (1866-1944) e Premio Nobel per la Letteratura 1915, è stato uno degli intellettuali più influenti del Novecento, forte della convinzione che l’arte, unita all’impegno civile, possa rendere il mondo migliore. Tra le sue biografie morali, quella dedicata a Lev Tolstoj occupa una posizione unica e risponde a un’urgenza particolarmente profonda. Il libro, pubblicato nel 1911, nasce sull’onda dell’emozione provocata dalla morte di Tolstoj, che Rolland apprende quando è ancora convalescente in seguito all’incidente stradale che gli è quasi costato la vita. Rolland racconta il vigore e il tormento dello scrittore russo, la necessità di legare la letteratura alla vita, la volontà di seguire i propri ideali anche di fronte all’incomprensione della società e delle persone amate. La vita di un eroe, dunque, con le sue vette e le sue cadute nel dubbio, ma sempre condannato a una sostanziale solitudine.

———-

Quitterie Simon e Magali Le Huche

Una zuppa cento per cento strega. Traduzione di Tommaso Gurrieri

Edizioni Clichy 2014, pp. 32, 15,00 euro. Dai 5 anni in su

La strega KroKela si accinge a preparare la sua mitica zuppa, ma si accorge che le mancano un sacco di ingredienti… per finire la sua opera deve sgattaiolare dai suoi vicini a prendere gli ingredienti mancanti: le carote può andarle a prendere dalla nonna di Cappuccetto Rosso che vive a due passi da lei, le patate dall’Orco cattivo e poi via sulla sua scopa a sgraffignare un po’ di porri nell’orticello del taglialegna, il padre di Pollicino. Finalmente la zuppa è pronta, ma, come per magia, appena si assaggia niente è più come prima! E attenzione: all’appello manca ancora un personaggio… il bellissimo principe azzurro! Una fiaba moderna che capovolge i cliché delle favole con intelligenza e ironia. Grazie alle illustrazioni divertenti e coloratissime della talentuosa Magali Le Huche, i piccoli lettori si divertiranno strizzando l’occhio ai beniamini delle loro favole preferite: Cappuccetto Rosso, Pollicino, l’Orco cattivo e il Principe azzurro.

———-

Bénédicte Guettier

La gallina che aveva il mal di denti. Traduzione di Tommaso Gurrieri

Edizioni Clichy 2014, pp. 32, 15,00 euro. Dai 2 anni in su

Le avventure di una mamma gallina tutta intenta ad accudire i suoi cinque piccolini, tra cui un piccolo coccodrillo, covato per sbaglio, ma amato come se fosse suo. Mamma gallina non si allontana un attimo dal suo giaciglio, perché ancora non tutti i suoi pulcini sono usciti dal guscio, ma un gran mal di denti non la fa dormire e allora… sciarpa e cappello anche ai piccoli ovetti e via! Tutti dal dentista! Il dentista li visita uno a uno, ma l’unico ad avere qualche carie è il piccolo coccodrillo! Già, perché il nostro amico è ghiotto di caramelle e cioccolatini, ma non è di questo che si nutre un coccodrillo… «E cosa devo mangiare allora?» chiede il piccolo coccodrillo. «Un po’ di carne, come ad esempio una bella gallina» risponde il dentista. Ma il piccolo coccodrillo non è certo un ingrato e ama troppo la sua mamma per immaginare di mangiare i suoi simili. Piuttosto, in un sol boccone, si sgranocchia il dentista e poi via tutto fiero insieme alla sua mamma e al suo nuovo spazzolino! Le illustrazioni sono coloratissime e adatte ai più piccoli.

———-

Claudio Bisio legge Favole al telefono di Gianni Rodari

Audiolibro Emons 2014, 1 CD Mp3, versione integrale, euro 14,90, download euro 8,34

Collezione Rodari: le più belle favole della nostra infanzia lette da Claudio Bisio e Angela Finocchiaro con le illustrazioni di copertina di Chiara Carrer. Tornano là dove sono nate le Favole al telefono, alla voce che racconta. Quella del ragionier Bianchi, rappresentante di commercio degli anni Sessanta che ogni sera, ovunque si trovasse, raccontava per telefono una storia straordinaria alla sua bambina… E se la voce del ragionier Bianchi diventa quella di Claudio Bisio, il gioco è fatto. Da Giovannino Perdigiorno ad Alice Cascherina, la voce di Bisio accompagna in un viaggio unico tra fantasia e realtà per celebrare il grande Gianni Rodari e le storie preferite da ognuno, piccino o grande che sia. Con fantasia giocosa, geniale umorismo e con l’uso strampalato del linguaggio, Rodari invita a guardare lontano percorrendo le strade della tolleranza e le vie dell’amicizia e ascoltarlo è un piacere infinito. “Per i bambini di tutti i colori”.

———-

Angela Finocchiaro legge Il pianeta degli alberi di Natale di Gianni Rodari

Audiolibro Emons 2014, 1 CD Mp3, versione integrale, euro 13,90, download euro 8,34

“Capitano, un uomo in cielo!”. “Da che parte?”. “Dalla parte della coda, signore”. “Presto, datemi un trinocolo”.Ecco: immaginate Angela Finocchiaro che legge queste parole e avrete Gianni Rodari all’ennesima potenza. L’umorismo dell’assurdo, gli stravolgimenti del linguaggio, la dissacrazione dei luoghi comuni prendono il volo in questa lettura ad alta voce e Le filastrocche in cielo e in terra vibrano, danzano, stupiscono e si mostrano ancora una volta in tutta la loro carica rivoluzionaria.

Chi non vorrebbe viaggiare nello spazio in groppa a un cavallo a dondolo? Chi non vorrebbe scoprire un pianeta dove è Natale ogni giorno? Dopo un viaggio intergalattico a bordo di un cavallo a dondolo, Marco sbarca su un pianeta dove è sempre Natale, i temporali sono alla menta e gli orologi sono tutti da mangiare. Un’avventura spaziale allegra e surreale, che rovescia i luoghi comuni e ci ricorda che alla fantasia non c’è limite. Con le “poesie per ridere” e “le poesie per sbaglio”, questo libro rivoluzionario è dedicato “ai bambini di oggi, astronauti di domani”.

A cura di Alessandra Stoppini

Comments (0)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>